Assaggi di Roma. La mia esperienza con l’App Bitemojo

Instagram
Pinterest
Pinterest
Facebook

Come forse già saprai, nonostante io ami profondamente viaggiare, mi piace molto anche vivere la mia città, esplorarla e lasciarmi sorprendere ogni giorno da qualcosa di inaspettato.

Quando ho scoperto l’App Bitemojo il mio entusiasmo e la mia curiosità erano alle stelle, perché mi ha dato la possibilità di vivere Roma da un punto di vista diverso dal solito, godendomi sia l’aspetto culinario della città che il lato prettamente culturale.

 

 

Informazioni sull’App Bitemojo 

L’App Bitemojo offre dei tour culinari alternativi che ti fanno vivere la città in maniera totalmente indipendente, senza guide e senza gruppi da cui dipendere, solo con il tuo smartphone.

Per il momento, l’app è disponibile per 5 città: Roma, Berlino, Barcellona, Gerusalemme e Tel Aviv. Se quindi stai programmando un viaggio in una di queste destinazioni puoi scaricare l’app, scegliere uno dei tour a disposizione ed acquistarlo sul sito o sull’app stessa.

Prenotato il tour, il passo successivo è  quello di scaricare sul tuo smartphone la mappa del percorso, in cui sono segnati i 6 assaggi inclusi nel tour (in bar e ristoranti dove puoi assaggiare cibo tipico locale) e i punti di interesse nella zona.

 

 

Durante l’intera durata del tour avrai bisogno solo del tuo cellulare e di una connessione. Nient’altro.

Bitemojo funziona secondo un sistema di “bite credits”: puoi guadagnare delle monete virtuali scrivendo recensioni, condividendo la tua esperienza e consigliandola a qualcun’altro; in questo modo potrai raggruppare monete e scambiarle con altri assaggi per il tuo prossimo viaggio.

 

La mia esperienza 

Bitemojo a Roma offre 2 tour: il “Food Tour di Trastevere” e il “Food Tour da Campo de’ Fiori al quartiere Ebreo”.

Io ho scelto il secondo, e devo dire che è stata un’esperienza piuttosto positiva, anche se a mio avviso alcuni aspetti potrebbero essere migliorati.

 

 

Vediamo un pò i pro e i contro della mia esperienza con Bitemojo.

 

I pro 

Gli assaggi sono composti da cibo tipico locale, e questo è un aspetto decisamente a favore. Io ho avuto l’opportunità di assaggiare il “Pastrami”, un piatto tradizionale della cucina Ebrea che non avevo mai mangiato. Ho anche scoperto un posto specializzato in tiramisù davvero molto bello, dove questo dolce tipicamente italiano viene servito in diversi formati (dal biscotto allo stecco) e dove puoi anche assistere alla preparazione. [Pensi che terrò questo posto tutto per me? Certo che no! 🙂 Si chiama ZUM.].

 

 

 

L’app segnala diversi punti di interessi nel percorso, solitamente posti non molto turistici. E questo è un altro vantaggio dei tour Bitemojo. Nel mio caso, ad esempio, l’app non segnalava Piazza Campo de’ Fiori (immagino perché essendo un posto molto conosciuto le informazioni siano reperibili consultando qualsiasi guida di Roma), ma ho scoperto il Passetto del Biscione, un posticino nascosto con una storia interessante che non conoscevo.

 

 

I contro 

L’app a mio avviso ha bisogno di essere migliorata sotto alcuni aspetti, giusto per rendere l’esperienza ancor più completa di quanto già non sia. Le mappe, ad esempio, a volte non sono proprio accurate. Inoltre, anche se l’app Bitemojo è disponibile in molte lingue, le traduzioni potrebbero essere curate decisamente meglio.

 

Il “Pastrami” che ho assaggiato nel Quartiere Ebreo

 

Può succedere che un determinato assaggio non sia disponibile perché il ristorante sia chiuso quel giorno. Questo lo scoprirai solo quando avrai già iniziato il tuo tour, proprio come è successo a me: sfortunatamente non ho potuto assaggiare l’invitante Carciofo alla Giuda previsto dal tour. L’app però ti da la possibilità di trasformare in bite credits l’assaggio che nn hai potuto riscuotere, così da poterli utilizzare durante il tuo prossimo viaggio.

 

 

Conclusioni 

Penso che l’App Bitemojo sia un modo originale di esplorare una città e le sue tradizioni culinarie. Bitemojo ti rende completamente indipendente e ti da la possibilità di svolgere il tour secondo i tuoi tempi e seguendo il tuo ritmo, e questo è un enorme vantaggio quando si viaggia. Puoi persino interrompere il tour e continuarlo un altro giorno o addirittura in un’altra città.

Inoltre, il costo del tour è piuttosto contenuto ed include anche gli assaggi nel prezzo.

Se stai programmando un viaggio a Roma, Barcellona, Gerusalemme, Tel-Aviv o Berlino dovresti decisamente provare questa app! 🙂

 

 

Follow my blog on Bloglovin

 

 

Clara Cosenza

Scrittrice per mestiere, viaggiatrice per passione (e viceversa), amo esplorare posti nuovi ed immergermi in culture diverse, portando in giro per il mondo il mio spirito meridionale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: